Loading...

Chi sono

Esistono luoghi della mente che racchiudono pensieri ancora senza forma, un attimo di percezione sfuggente quasi inafferrabile.

Al di la' della nostra fisicità, dei nostri pensieri ed emozioni, si trova uno spazio dove tutto è potenziale allo stato puro. E' questo spazio che mi piace indagare, dove tutto deve ancora accadere. Questo strato di realtà agisce oltre il concetto di tempo e di spazio, crea e dirige le informazioni che a loro volta plasmano il mondo fisico. E' l'osservazione che trasforma le possibilità in realta': senza la consapevolezza ogni cosa esisterebbe solo come quantità di energia potenziale non ancora definita. Nei miei lavori esprimo esattamente questo momento prima che le possibilità si trasformino in realtà, possono diventare qualsiasi cosa ma per ora sono ferme, immobili nell'attesa di uno sguardo.

  • E-mail: info@federicadamato.com

Il Mio “ATTO DI FEDE”

 

Prima di tutto in me stessa.
La più difficile da suscitare, la più esposta alle interruzioni di fiducia.
Poi c’è “l’atto di fede” nel senso fisico e materiale del mio lavoro, il gesto che permette di raccontare agli occhi quello che l’anima sente.
E’ lo spazio della mente, che trova la sua libertà nella forma quadrata, fatto di silenzio, di respiri e battiti. E’ dove le emozioni non hanno ancora forma,la loro consistenza è rarefatta. E’ dove ogni cosa raggiunge la sua essenza. E’dove il cuore dimentica le sue ferite e il dolore può essere raccontato con leggerezza. Le “rose”sono la traccia sulla tela di pensieri che scivolano uno sull’altro, appoggiate su strati di colore lasciati dal tempo per impedire che anche le sensazioni più intense sbiadiscano. La mente instancabilmente le ricerca e deve fermarle perché rimangano immobili:solo ciò che è immobile è immutabile e quindi perfetto.
E’ quel momento, quella rosa che va “colta”. La tela è un velo sottile che separa il mio dentro da un fuori, è dove affiora la parte più profonda di me.

Esposizioni

Settembre 2012 –  Cool hunter – Palazzo delle Stelline – Milano – collettiva
Giugno 2012  – Asta benefica rotary club – Milano- collettiva
Gennaio 2012“The Hub” – Milano – personale
Maggio 2010 Temply University – Roma – collettiva
Aprile 2010“Incontri” – galleria Mazzoleni – Milano – personale
Dicembre 2010 –  “La forma delle emozioni” – galleria Solferino – Bologna – personale
Novembre 2009 –  Rassegna Italo Calvino – Studio d’Ars – Milano collettiva
Luglio 2009 –  Nuovi Scenari – Palazzo Comunale di Tegio – Sondrio collettiva
Giugno 2009“Il Cosmo” –  Palazzo ex Monte di Pieta’ – s. Felice del Benaco – Verona – collettiva
Febbraio 2009 –  “Malinconia degli accenti” – osservatorio delle Arti – a cura del prof. Franza
Gennaio 2009 –  “Rassegna allunaggio” – Galleria 9 colonne – Ferrara  – collettiva
Dicembre 2008 –  “The Smile Exhibition” –  Astoria Park Hotel – Riva del Garda – Trento – collettiva
Novembre 2008“Incanti” – Galleria Mazzoleni – -Milano –  Personale
Settembre 2008 –  Spazio Arte – Sudio SBS – Prato  personale
Ottobre 2008 –  “Ombre” – Galleria e Restauro – Crema a cura  di e. Gipponi collettiva
Luglio 2008“Silenzi” –  Galleria Fux In – Shangai – personale
Dicembre 2007“Gusto visivo” Spazio espositivo Ponti – Mantova collettiva
Gennaio 2007 –  “Spazio espositivo Foolth” Milano – personale
Ottobre 2006“Intimità genetica” – Spazio Spegash – Milano –  personale
Gennaio 2005 –   “Le biciclette” – Milano – collettiva
Giugno 2005“Copertine d’arte” – Principe di Savoia – collettiva
Novembre 2004“Artisti  al Volo” – Milano – collettiva
Ottobre 2004“Visualart”  – Shu Cafè – Milano – collettiva
Settembre 2004“Moet à la mode” –  Salone del Mobile – Milano  collettiva
Luglio 2004“Fare Arte” – visualart – Milano collettiva
Giugno 2004“Thousand Artist to Palace” – World Museum – Maderno collettiva
Giugno 2002  – “Aspettando l’alba” –  spazio SIAE Firenze  a cura del prof. Paolucci